BYK Additives & Instruments

Additivi promotori di adesione e leganti

In numerose applicazione di vernici o materiali plastici, le superfici di contatto sono determinante per l'efficienza dell'applicazione finale.  Si formano superfici di contatto anche laddove si interfacciano solidi e liquidi o strutture solide diverse.  Ciò avviene, ad esempio, quando si riveste un substrato con una vernice o si incorporano cariche minerali e materiali di rinforzo in materiale plastico composito. A questo punto entra in gioco tutta una serie di forze molecolari e fisiche che determinano quanto forte debba essere il legame tra queste fasi.

Obiettivo dei promotori di adesione e dei leganti è quello di creare quanti più legami stabili possibile tra queste fasi. A seconda del meccanismo di azione e del campo di applicazione, gli additivi non sono sempre, anche dal punto di vista concettuale, chiaramente distinguibili l'uno dall'altro. A volte ci si riferisce a questi additivi come promotori o modificatori di adesione, leganti o agenti leganti, ma nella realtà capita che si possa usare il medesimo additivo per varie applicazioni. Ad esempio, un agente legante usato per migliorare le caratteristiche meccaniche di un materiale plastico composito può essere utilizzato, in alcuni casi, anche come promotore di adesione tra substrato e vernice.

A prescindere da come vengono chiamati, questi additivi BYK sono in grado di esercitare un effetto positivo, ad esempio, di migliorare l'adesione su substrati con vecchie verniciature, sulla tolleranza alla contaminazione delle superfici, e sulla resistenza all'umidità e alla corrosione. Nel caso di materie plastiche, migliorando l'interconnessione meccanica, viene facilitato il compounding e si ottiene una maggiore resistenza meccanica.