BYK Additives & Instruments

Agenti leganti

I cosiddetti “Agenti leganti” vengono utilizzati nei materiali plastici caricati per conferire loro migliori proprietà meccaniche. Nell'additivo sono presenti due diversi gruppi funzionali in quantità variabile. Uno dei due gruppi è in grado di legare con le cariche minerali impiegate, mentre l'altro gruppo reagisce con la matrice polimerica circostante. In questo modo aumenta significativamente l'interazione tra le particelle delle cariche minerali e il materiale plastico, il che si traduce in un significativo miglioramento di proprietà fisiche quali il modulo di elasticità e la resistenza a flessione e compressione. Talvolta, questi additivi possono essere utilizzati anche per migliorare l'aderenza della vernice su diversi substrati.

DenominazioneComposizioneSostanze non volatiliApplicazione
BYK‑C 8000Copolimero reattivo con gruppi funzionali18 %Sistemi indurenti, cemento polimerico e superfici solidi, nelle vernici come promotore di adesione Metallo/Vetro
BYK‑C 8001Copolimero con gruppi tensioattivi> 90 %Sistemi a base di resine epossidiche fibrorinforzate
BYK-C 8002Copolimero reattivo con gruppi cariche affini30 %Sistemi a base di acrilato con carica di tri-idrato di alluminio (ATH)
BYK-C 8003Mixture of surface-active substancesn.a.coupling agent for improving the mechanical properties of glass fiber reinforced, radical curing systems based on unsaturated vinylester and polyester resins
BYK-C 8013Solution of a copolymer with functional groups> 90 %coupling agent to increase the mechanical strength of carbon fiber-reinforced, radical-curing systems

Le materie plastiche sono oggi utilizzate in una molteplicità di strutture finalizzate, ad esempio, alla riduzione dei pesi nel settore automobilistico.       Al fine di compensare la loro più limitata resistenza meccanica, se paragonata ad esempio al metallo, le materie plastiche vengono rinforzate in fibra. Quanto più uniformemente queste vengono incorporate nella matrice polimerica, tanto maggiori saranno le prestazioni dei materiali plastici rinforzati e delle loro proprietà meccaniche.

I modificatori di adesione per materie plastiche SCONA, ottenuti tramite graffaggio in fase solida (brevettato), permettono una migliore distribuzione delle cariche minerali nella matrice polimerica e aumentano la connessione meccanica. In questo modo viene facilitato il compounding e sensibilmente migliorata l'interconnessione meccanica.

  • Legno/plastica compositi (WPC)
  • Rinforzati con fibra di vetro PP / PA
  • Modifica di impatto di PA / PET
  • Sovrastampaggio di TPE-S


Informazioni dettagliate sui modificatori di adesione per materie plastiche SCONA e sulle relative applicazioni sono disponibili alla pagina Additivi per materiali termoplastici.

Fibre di vetro in polipropilene e loro incorporazione nella matrice PP

Fibre di vetro in polipropilene e loro incorporazione nella matrice PP
Fibre di vetro in polipropileneMigliore incorporazione nella matrice
PP grazie all'utilizzo dei leganti SCONA